ITA | ENG

Rassegna Stampa

Martedì 05 aprile 2011

Testata: SOMMELLERIE PROFESSIONALE - ASPI
Autore: Renato Rovetta

Oggi voglio presentarvi un’azienda nata non molto tempo fa, che con fatica ha ottenuto molti attestati che danno soddisfazione ad un intera vendemmia. Sto parlando dell’Azienda Le Cantorie, a Gussago, in provincia di Brescia, quindi Franciacorta. E’ un susseguirsi di riconoscimenti, ai quali ogni anno Le Cantorie ci sta abituando, vini curati e di qualità, come il Franciacorta Brut Docg o ancora più su con il Satèn Brut Armonia, vini che vengono annoverati nelle guide di prestigio e sempre più spesso selezionati da concorsi internazionali. Vi presento la Famiglia Bontempi, di salde origini bresciane che segue con passione tutti i passaggi della lavorazione dell’uva. In vigna c’è Elisabetta la figlia più giovane, che coadiuvata dall’agronomo Roberto Messedaglia, valutano potature e diradamenti, poi si passa in cantina, è ancora Elisabetta che con l’Enologo Alessandro Santini si occupa delle pratiche di vinificazione; la mamma Maria Firmo aiuta nell’accoglienza degli ospiti e nelle degustazioni, e il resto della famiglia si occupa della parte amministrativa, ma Emiliano Bontempi il papà lo troviamo spesso tra i filari a controllare che tutto proceda per il verso giusto. Bisogna poi tornare indietro di due generazioni per trovare nonno Luigi soprannominato Balenc il cui amore per la terra ha ispirato la nascita di questa nuova realtà vitivinicola in Franciacorta. La gamma di vini prodotti da Le Cantorie comprende quattro tipi di bollicine Franciacorta Dogc: il Brut, il Brut Millesimato, il Satèn e il Rosè ottenuti con il tipico metodo della rifermentazione naturale in bottiglia, da uve Chardonnay e Pinot nero; l’affinamento è molto lungo, pensate, 60 mesi sui lieviti per il Brut Millesimanto, minimo 30 mesi per il Satèn dove primeggia uno Chardonnay al 100%, una delle bandiere dell’azienda anche questo presentato con millesimo, e minimo 24 mesi per il Brut base. Vanto dell'azienda è costituito dalla cantina per la lavorazione e l'invecchiamento. Circa 2000 mq che ospitano 200.000 bottiglie, e da una grande sala degustazione, dove antico e moderno si contrappongono dando vita ad uno scenario suggestivo tra barriques, per l’affinamento e grandi cataste di bottiglie, una struttura creata anche per attività di interesse collettivo come meeting, e convegni sulla Cultura del Vino, e corsi per degustazioni, guidate da sommeliers professionisti. Parlavamo di premi e menzioni, proprio quest’anno Le Cantorie, è stata selezionata dalla guida lombarda dei vini più importanti con quattro dei suoi, tra cui Il Franciacorta Brut Docg ed il Franciacorta Satèn Armonia, che hanno avuto il più alto riconoscimento, ma soprattutto con i suoi rossi, due rossi solisti: il “Rossogiulia” Cellatica Superiore Doc ottenuto da uve Barbera, Marzemino, Incrocio Terzi e Schiava Gentile, ed il “Balenc” IGT Sebino, che ha ottenuto la Gran Menzione al Concorso Internazionale di Vinitaly 2010, dove gli uvaggi di Merlot, Cabernet Sauvignon, e Cabernet Franc, sono sapientemente affinati in piccole botti di rovere. Ma un’altra grande soddisfazione Le Cantorie l’ha avuta quando è stata selezionata come Cantina di Franciacorta per la collaborazione con Assomoda, società che organizza gli showroom di Milano in occasione della settimana della moda Milanese. Bollicine in Show Room, dove Le Cantorie ha proposto i suoi Franciacorta Docg Brut e Satèn alle centinaia di persone presenti per tutte le giornate. Soprattutto Le Cantorie ha legato le sue prestigiose bollicine agli Showroom Pitteri e Casile e Casile due scenari grandi e prestigiosi dove in aggiunta alle vetrine espositive Elisabetta Bontempi ha proposto i suoi vini in abbinamento a cibi gustosi. Se poi farete un salto in Cantina a Gussago, potrete degustare tutte le diverse tipologie di vini e non solo Franciacorta e sarete accolti con l’entusiasmo e la semplicità tipico di una grande Famiglia. Renato Rovetta

www.sommelierfriend.it
 



« TORNA ALL'ELENCO RASSEGNA STAMPA